space
Adozioni
Abbiamo raggiunto 184 adozioni!
Grazie a tutti quelli che lo hanno reso possibile
Seguici sui social

 

Anche quest'anno potete decidere di aiutare la nostra piccola associazione destinandoci il 5x1000 della vostra dichiarazione dei redditi specificando il nostro codice fiscale 91089910110. 

Articolo uscito sul quotidiano La Nazione dedicato alla prima edizione de

Articolo uscito sul quotidiano La Nazione dedicato alla prima edizione de "IL CANILE VA IN CITTA'".

 

Per agevolarne la lettura  riportiamo qui sotto il contenuto dell’articolo in maniera integrale:

 

Cani protagonisti oggi in città. Alcuni degli ottantasei esemplari ospitati all'interno del canile municipale di San Venerio sfileranno per le vie della città, in una passeggiata che vuole essere anche un invito all'adozione. Con 'Il canile va in città', gli ospiti del canile municipale si presentano ai cittadini :«Un'ottima opportunità per conoscerli e innamorarvi di loro» hanno spiegato gli organizzatori dell'evento che, ogni giorno, con amore e pazienza curano i tanti cani abbandonati.
Alle 15, gli amici a quattro zampe saranno al Molo Italia, alle 16 in piazza Mentana, alle 16.40 in piazza del Bastione, alle 17,20 in piazza Garibaldi, alle 17.30 al Distrò, alle 18.10 in piazza Beverini e alle 18.40 in piazza del Mercato.

Articolo uscito sul quotidiano Il Secolo XIX dedicato alla prima edizione de

Articolo uscito sul quotidiano Il Secolo XIX dedicato alla prima edizione de "IL CANILE VA IN CITTA'".

 

Per agevolarne la lettura  riportiamo qui sotto il contenuto dell’articolo in maniera integrale:

 

Sotto Natale, c'è chi pensa di regalarsi un cane, e magari sfoglia in rete fra gli appelli di cani che vivono lontano, o ordina un cucciolo in particolare: non sapendo che anche qui ci sono tantissimi cani, sia piccoli che adulti, che ancora aspettano un'adozione. E' per far conoscere gli ospiti della struttura comunale di San Venerio, quelli abbandonati sul territorio della città, che oggi i volontari scenderanno in centro, portando al guinzaglio alcuni dei cani che vivono in cella, e che sperano in un colpo di fulmine, per trovare una famiglia che li adotti. «Per dare una nuova vita ad un cane - spiegano i volontari - non serve fare centinaia di chilometri: basta alzare lo sguardo sopra la collina per trovarne tantissimi. La cosa ideale, è conoscerli di persona: salendo al canile. C'è magari chi non lo sa, ecco perché ogni mese organizzeremo una passeggiata per le vie del centro, anche per dimostrare che i cani del canile sono come tutti gli altri, equilibrati, affettuosi-. Di più. Il cane che ha sofferto, è spesso molto più paziente, e affettuoso: perché ha subito l'abbandono, e cerca solo di ritrovare la serenità.

Un'adozione consente ad un cane di ritrovare la felicità : ma al tempo stesso ne regala ancora di più, a chi lo adotta. I volontari saranno dalle 15 alle 15.30 al molo Italia, dalle 16 alla 16.20 in piaz-za Mentana, dalle 16.40 alle 17 in piazza del Bastione, dalle 17.20 alle 17.30 in piazza Garibaldi dalle 17.50 alle 18.05 alla birreria Distrò in Via Marsala, dalle 18.10 alle 18.30 in Piazza Beverini, dalle 18.40 alle 18.50 in piazza del mercato. I volontari che han-no aderito, mettendo a disposizione un po' del proprio tempo, sono Pierandrea Fosella, Elisabetta Spinozzi, Carolina Bini, Valentina Toracca, Susanna Lora, Anna Cirillo, Federico Baratta, Losa Porcu, Barbara Rischi. In città scenderanno cani adulti, ma ancora fiduciosi in un'adozione, come Adiana, il piccolo Lucky, e Ara, ed ancora Antony, e Totti. Tanti altri sono in attesa.

lIcanile di San Venerio risponde al numero 0187 98.29.75. Ci sono due recapiti cellulari, quelli delle responsabili della struttura, affidata in gestione da parte del Comune: 328 58.70 006, oppure 366 20.59.515.

La struttura è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

I volontari affiancano il personale, il giovedì dalle 15 alle 17,e il sabato dalle 9 alle 17.

E' possibile visitare la struttura: telefonando prima per prendere un appuntamento in modo da trovare qualcuno pronto a affiancare la visita, per conoscere meglio i tanti cani-ma anche i gatti-che sperano in un adozione.


L'Impronta non era ancora nata, era ancora un sogno dentro di noi.

L'Impronta non era ancora nata, era ancora un sogno dentro di noi.