space
Adozioni
Abbiamo raggiunto 330 adozioni!
Grazie a tutti quelli che lo hanno reso possibile
Seguici sui social

 

Anche quest'anno potete decidere di aiutare la nostra piccola associazione destinandoci il 5x1000 della vostra dichiarazione dei redditi specificando il nostro codice fiscale 91089910110. 

  IN MEMORIA DI RENZO TOSI.
IN MEMORIA DI RENZO TOSI.
Torna indietro

 

In questo articolo della giornalista Sondra Coggio uscito  su Il Secolo XIX si racconta la lodevole iniziativa di  raccolta fondi organizzata dall'assoziazione ProSpezia Ciassa Brin in favore del canile municipale della Spezia in memoria di Renzo Tosi.

 

Per agevolarne la lettura riportiamo qui sotto il contenuto dell’articolo in maniera integrale:

 

Avrebbe compiuto 51 anni il primo di ottobre. È mancato, purtroppo, precocemente. E i suoi amici, memori dell’affetto che aveva per il suo adorato cane, Freccia, hanno voluto ricordarlo attraverso una donazione al canile comunale di San Venerio. Attraverso l’associazione Prospezia Ciassa Brin, ove Renzo Tosi viveva, è stata diffusa una lettera indirizzata proprio all’amico perduto: «Per l’amore che hai sempre dimostrato per tutti gli “amici pelosi” e per Freccia in particolare, abbiamo fatto una raccolta fondi da destinare a tuo nome all'associazione onlus L’Impronta, che gestisce il rifugio municipale. Siamo certi che approverai questa nostra iniziativa e ne sarai felice». I ragazzi dell’associazione si sono commossi e hanno ricordato quella bella immagine consolatoria che il canonico Henry Scott Holland ha reso immortale, «la morte non è niente, io sono solo andato nella stanza accanto», per stringersi ai familiari e agli amici di Renzo Tosi, ringraziandoli, insieme all’associazione Prospezia Ciassa Brin. «Vogliamo credere che dalla stanza accanto – hanno ringraziato i volontari - possa ancora vegliare sul suo adorato Freccia e su tutti gli ospiti del canile». Il suo cagnolino vive ora con i genitori del suo “umano”, che gli ha voluto tanto bene. È stato un momento di grande commozione per tutti, in specie per i giovani, che dedicato entusiasmo e passione ai cani e ai gatti del canile, per mitigare il dolore dell’abbandono e per cercare loro una buona adozione. Non a caso, in questi anni, insieme al Comune della Spezia, sono stati fatti miglioramenti importanti, per rendere il rifugio più visibile e vicino alla città. Il numero degli "ospiti” è diminuito. Ci sono stati anche dei "miracoli”. Persone che hanno scelto cani anziani, invisibili ai più, donando loro una casa, perché non vivessero senza aver mai conosciuto il calore di una famiglia. La struttura, l'unica pubblica in tutta la provincia spezzina, risponde al numero 320 145 8159.