space
Adozioni
Abbiamo raggiunto 220 adozioni!
Grazie a tutti quelli che lo hanno reso possibile
Seguici sui social

 

Anche quest'anno potete decidere di aiutare la nostra piccola associazione destinandoci il 5x1000 della vostra dichiarazione dei redditi specificando il nostro codice fiscale 91089910110. 

  L'AVVENTURA DELL'IMPRONTA E' DIVENTATA UN RACCONTO ONLINE
L'AVVENTURA DELL'IMPRONTA E' DIVENTATA UN RACCONTO ONLINE
Torna indietro

 
Vogliamo condividere con voi questo bell'articolo che parla di noi, uscito su Il Secolo XIX e scritto dalla giornalista Sondra Coggio.
La gioia più grande di questi anni di gestione del Canile Municipale della Spezia è stata quella di essere riusciti a donare ai cani e gatti ospiti la qualità della vita che hanno sempre meritato, una vita degna di essere vissuta.....anche in un canile.
Ma lasciatecelo dire siamo riusciti a dimostrare quello che abbiamo sempre pensato!!!
Noi abbiamo sempre creduto che sia possibile ed economicamente sostenibile gestire un canile in maniera trasparente, non facendo mancare nulla ai suoi ospiti, somministrando cibo di qualità e cure adeguate ed investendo tutto quel poco che avanza in continue migliorie della struttura.
Noi non siamo diventati "imprenditori", ma siamo rimasti gli stessi orgogliosi volontari indipendenti di sempre, quelli che anni fa si sono battuti con tutte le loro forze per tutelare i diritti dei cani e dei gatti del canile della nostra città e per questo motivo all'epoca siamo stati derisi ,osteggiati ed infine estromessi dalle attività in canile.
Il mondo non si può cambiare, ma nel posto dove vivi ci si può provare!!!
Cambiare si può......cambiare si deve!!!
Un' altra idea di canile è possibile.
 
Per agevolarne la lettura riportiamo qui sotto il contenuto dell’articolo in maniera integrale:
 
I nebulizzatori in estate, per rinfrescare le cucce. Le lampade riscaldanti in inverno. Ed il nuovissimo reparto toelettatura, con l’acqua calda. In tre anni, il canile comunale della Spezia ha dato una casa a ben 199 cani e gatti, anche anziani ed acciaccati. Ed ora le “imprese” dei volontari dell’Impronta si possono seguire sui social, ma anche su You Tube e sulla pagina web dedicata. Con tanto di video, che raccontano la vita quotidiana del rifugio, le storie degli ospiti ancora in cerca di una casa. E le bellissime adozioni, che i ragazzi del canile seguono con attenzione, fin dal momento dei primi incontri, per essere sicuri che la scelta sia la migliore, sia per il “quattro zampe” che per gli adottanti. Accedere alle immagini e ai filmati è molto semplice. Basta inserire il nome dell’Impronta, o su Facebook o su Instagram o su Google. È come un libro aperto. C’è la storia dell’associazione, ci sono i dettagli sull’alimentazione di qualità, fortemente voluta fin dall’insediamento della no profit, che si è alleata con il progetto europeo Almo Nature. Ci sono i racconti delle uscite quotidiane, importantissime, tanto che i volontari hanno raddoppiato le aree di sgambatura, per permettere ai cani di lasciare la gabbia a turno, tutti i giorni. È stata «una pazza avventura», confidano i giovani, assumersi la fatica e la responsabilità di trasformare il rifugio di via Del Monte, unica struttura pubblica in tutta la provincia, in un modello. Ed il Comune, sottolineano, è stato da subito accanto. Fotografie, dettagli, filmati, permettono di conoscere le storie personali di ciascuno, con una rara trasparenza, che non è facile trovare in altre strutture. Chissà che qualcuno si innamori di Miele o di Sonia, due dei tanti meticci in attesa, o della gattina Isi, tutta nera, la cui “mamma” è mancata improvvisamente. L’Impronta risponde al 348 7882777.